Vomero, la segnalazione: “Cassonetti per i rifiuti sulle strisce pedonali”

La segnalazione arriva da Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, al quale si sono rivolti alcuni cittadini della zona

NAPOLI. “Un altro caso da primato negativo, tutto napoletano, purtroppo, è quello che si verifica al Vomero, in via Nicola Antonio Zingarelli, nei pressi dell’incrocio con via Giovanni Paisiello, a pochi passi del mercato ortofrutticolo di via Annella di Massimo. Ben sei contenitori per la raccolta i rifiuti solidi urbani, peraltro già in buona parte pieni a meta giornata, con la presenza di diverse cassette per la frutta all’interno, posti in fila l’uno accanto all’altro, in modo da ostruire totalmente l’attraverso pedonale sulle strisce zebrate, in parte peraltro anche sbiadite“.

La segnalazione, ancora una volta, arriva da Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, al quale si sono rivolti alcuni cittadini della zona, stanchi di dover tollerare questo assurdo stato di cose.

Vomero, cassonetti sulle strisce pedonali

“Bisognerebbe – ironizza amaramente Capodanno – porre accanto ai contenitori ramponi e scale di corda, in modo che qualche amante dell’alpinismo possa tentare la scalata per scavalcarli, o dotare i pedoni di lunghe aste per tentare il salto il lungo al fine di poter raggiungere l’altro marciapiede“.

“Il problema nonostante sia di palmare evidenza e nonostante le ripetute segnalazioni, non ha ancora visto l’intervento degli uffici competenti per una soluzione che non può e non deve essere ulteriormente rinviata – stigmatizza Capodanno -. Soluzione, peraltro, che è a portata di mano. Si tratta di eliminare alcuni posti per la sosta delle autovetture private, presenti sui lati della carreggiata lungo tale tratto di strada, sostituendo alle strisce blu quelle gialle nell’area dove andranno nuovamente sistemati i sei contenitori“.

“Come se non bastasse – aggiunge Capodanno – sul tratto di marciapiede immediatamente retrostante tali contenitori, da giorni si è formata una vera e propria discarica a cielo aperto, che non viene rimossa. Tra i rifiuti, oltre ad alcuni sacchi neri, si notano diverse suppellettili, tra le quali una porta vetrata, alcune lastre ,sempre di vetro, pezzi di legno di varie dimensioni e foggia, e anche delle cassette per la frutta oltre alla frutta stessa, con presumibili conseguenze anche sul piano igienico-sanitario in una zona più volte, anche di recente, attenzionata per segnalazioni riguardanti la presenza di ratti e blatte”.

La richiesta di Gennaro Capodanno

Capodanno, in relazione ai pericoli ai quali sono sottoposti i cittadini, costretti ad attraversare l’incrocio in questione al di fuori delle strisce zebrate, chiede l’intervento immediato degli uffici competenti, sia per una consona allocazione dei sei contenitori, liberando l’attraversamento in questione della loro presenza, sia per la rimozione dei rifiuti solidi accumulatisi sul marciapiede, comminando anche le sanzioni previste per chi abbandona sulla strada rifiuti solidi ingombranti, senza avvalersi dell’apposito servizio, o li conferisce, nei contenitori, al di fuori degli orari consentiti, immettendo peraltro materiali, come le cassette della frutta che sono esse stesse considerate rifiuti ingombranti e, come tali, soggette, per il prelievo, alla relativa vigente normativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.