Violenta la figlia 14enne della vicina: “Ma con dolcezza”. Pena ridotta

La donna, dovendosi assentare la sera per motivi di lavoro e fidandosi di lui, era solita affidargli la custodia dei due figli

La Corte d’Appello ha ridotto a sette anni e mezzo (erano nove in primo grado) la pena per l’uomo, oggi 36enne, che sei anni fa aveva stuprato la figlia, allora 14enne, della vicina di casa.

La sentenza shock

La donna, dovendosi assentare la sera per motivi di lavoro e fidandosi di lui, era solita affidargli la custodia dei due figli, la 14enne e un ragazzino di 10 anni.

E lui, messo a letto il piccolo, abusava della ragazza. Davanti al giudice si difese affermando di averlo «fatto con dolcezza». Le violenze furono scoperte dalla madre solo dopo mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.