Universiadi, no container: residenze universitarie per gli atleti

Per ospitare gli atleti si utilizzeranno gli alberghi, due navi da crociera e le residenze universitarie di Fisciano e Pozzuoli

NAPOLI. È la svolta per il villaggio delle Universiadi. Abbandonato definitivamente qualsiasi insediamento di container nella Mostra d’Oltremare (escluso anche un minicampo nel parcheggio dell’area di Fuorigrotta), il piano per ospitare gli atleti si articola su tre punti: gli alberghi a Salerno e Caserta, due navi da crociera, una a Napoli e l’altra a Salerno, e le residenze universitarie a Fisciano e Pozzuoli.

Universiadi, residenze universitarie per gli atleti

La novità è proprio nell’utilizzo dei 300 alloggi di via Rosini, nei pressi dell’Anfiteatro Flavio, a Pozzuoli. Intanto si tratta per le 114 case di via Brin di proprietà dell’Orientale. Lo riporta il quotidiano Il Mattino.

Sembra chiuso uno dei tormentoni su cui si sono arenate le Universiadi da mesi: il villaggio degli atleti. Con il precedente commissario, Luisa Latella, si era progettato un insediamento di casette prefabbricate nella Mostra d’Oltremare. Il piano è stato poi rottamato.

Restava l’ipotesi di ospitare duemila ragazzi di Napoli 2019 nel parcheggio dell’area di Fuorigrotta.

Con l’insediamento del nuovo commissario Gianluca Basile, che ha preso il posto di Latella, anche questa ipotesi è tramontata: si punta tutto sulle residenze universitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.