Universiadi 2019, il cardinale Sepe: “Lo sport è importante”

Il cardinale Crescenzio Sepe parla di sport in vista delle Universiadi 2019 e rivela: «Io giocavo mediano nella squadra del seminario»

universiadi-2019

NAPOLI. In vista delle Universiadi 2019, in programma nella prossima primavera, continuano ad intervenire illustri personalità. Questa mattina, durante l’inaugurazione della palestra del Cus di Napoli, oltre al governatore Vincenzo De Luca, ha parlato anche il cardinale Crescenzio Sepe.

 

Il cardinale e lo sport: «Io giocavo mediano»

 

«Lo sport è lo strumento di formazione tra i migliori per i giovani, forse meglio anche della scuola, della famiglia e della chiesa». Con queste parole il cardinale Crescenzio Sepe ha iniziato il suo intervento inerente ad uno tasselli più importanti in vista delle Universiadi 2019, ovvero l’inaugurazione della palestra del Cus, ristrutturata con 200.000 dei fondi destinati all’evento sportivo in programma a Napoli.

 «Lo sport – ha proseguito Sepe – inserito poi nel contesto degli studenti universitari significa completare la formazione intellettuale e morale che questi giovani fanno e apre la possibilità di una comunicazione tra i ragazzi di tutto il mondo».
A proposito di sport, Sepe ha voluto anche ricordare la sua esperienza personale, confessando: «Giocavo a calcio nella squadra del seminario della diocesi e sfidavamo i ragazzi del seminario missionario. Loro avevano un campetto, erano allenati e vincevano sempre. Io giocavo mediano e una volta tirai un calcio di punizione da metà campo che andò direttamente in gol. Fu la prima volta che riuscimmo a pareggiare e alla fine mi portarono sulle spalle per tutto il campo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.