Universiadi 2019, no agli alloggi a Oltremare: soddisfatti i Volontari per l’Italia

In una nota diffusa dai VOLONTARI PER L'ITALIA, si esprime grande soddisfazione per la decisione del Governo di stroncare il progetto del Comune di Napoli

NAPOLI. In una nota diffusa dai VOLONTARI PER L’ITALIA, si esprime grande soddisfazione per la decisione del Governo di stroncare il progetto del Comune di Napoli di installare 2600 “moduli abitativi” come villaggio per gli atleti delle Universiadi del 2019.

La nota di Volontari per l’Italia

Un progetto che – prosegue la nota – solo l’altro ieri il direttore generale del Comune di Napoli, Auricchio, aveva, nella Commissione Universiadi del Comune, affermato essere l’unico valido esistente.

È evidente, afferma Bruno Esposito, presidente dell’Associazione, il tentativo di far cassa con la Mostra nonostante  l’inevitabile  devastazione di un patrimonio culturale, ambientale,monumentale e paesaggistico, protetto con vincoli assoluti dalla legge del 1939.

L’obiettivo di salvare a tutti i costi la Mostra è stato raggiunto-proseguono i VOLONTARI, mettendo in rete decine di Associazioni civiche in INSIEME PER NAPOLI,  che ha attivato tutte le sue risorse determinando una vera rivolta generalizzata contro un progetto assurdo che avrebbe distrutto un patrimonio unico e straordinario con il pericolo incombente di trasformarlo in un enorme campo Rom.

Continueremo la nostra “vigilanza”, conclude Esposito, con la verifica di tutti gli atti amministrativi della Mostra, con particolare attenzione alla concessione in fitto dell’Arena Flegrea per soli 35.000 euro all’anno alla società che ha nei suoi ranghi di vertice il fratello del sindaco come general manager degli eventi da realizzare lì e lo “spacchettamento” di incarichi professionali sotto soglia di attività riconducibili ad un unico progetto di cui si è diffusamente occupata la stampa cittadina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.