Turista stuprata in albergo a Meta, ai domiciliari i cinque accusati

I giudici hanno accolto la richiesta avanzata dagli avvocati Francesco Tiriolo, Mauro Amendola e Mariorosario Romaniello: tutti i dettagli

META. Il Tribunale del Riesame di Napoli ha concesso gli arresti domiciliari ai cinque ex dipendenti dell’Hotel Alimuri di Meta accusati di avere drogato e poi stuprato una turista inglese, nel 2016, negli spazi della struttura alberghiera dove lavoravano. Lo riporta l’Ansa.

La decisione del tribunale del Riesame di Napoli

I giudici hanno accolto la richiesta avanzata dagli avvocati Francesco Tiriolo, Mauro Amendola e Mariorosario Romaniello.

I cinque indagati attenderanno, dunque, l’apertura del processo dalle loro abitazioni: quattro, nell’interrogatorio di garanzia, ammisero di aver avuto rapporti sessuali con la donna ma sostennero che la turista fosse consenziente; un altro indagato si è invece professato innocente. Il dibattimento prenderà inizio a fine novembre e si svolgerà dinanzi ai giudici del Tribunale di Torre Annunziata.

La turista non dovrà deporre, perché la sua testimonianza è stata già cristallizzata nel corso dell’incidente probatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.