Tre quintali e mezzo di pesce scaduta: multa salata per una pescheria nel Vesuviano

BOSCOTRECASE – Multa salata per una pescheria di Boscotrecase. Nel corso dei controlli sulla filiera ittica, gli uomini del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, coordinati dal Comandante Ivan Savarese, hanno sequestro circa 340 chilogrammi di prodotto ittico di varia natura. Tre quintali e mezzo di pesce […]

BOSCOTRECASE – Multa salata per una pescheria di Boscotrecase. Nel corso dei controlli sulla filiera ittica, gli uomini del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, coordinati dal Comandante Ivan Savarese, hanno sequestro circa 340 chilogrammi di prodotto ittico di varia natura.

Tre quintali e mezzo di pesce scaduto e non tracciabile: multa salata per una pescheria.

Nella  pescheria di Boscotrecase  stata scoperta la vendita di prodotti alimentari ampiamente scaduti e detenuti in cattivo stato di conservazione, privi di ogni informazione relativa all’etichettatura e tracciabilità dei prodotti della pesca.
Complessivamente sono stati elevati tre verbali amministrativi per un importo totale di circa 5mila euro, oltre al sequestro del pescato. I controlli continueranno senza sosta anche nei prossimi giorni al fine di garantire la tutela dei consumatori in tutto il Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.