Con il trading online è possibile investire da casa

Il vero e proprio crollo dei tassi di interesse che è stato il logico corollario del Quantititive Easing portato avanti negli ultimi anni dalla Banca Europea, ha spinto molti investitori a guardarsi intorno per trovare alternative. Tenere i propri soldi su un conto corrente che praticamente non frutta nulla non è una grande prospettiva e […]

Il vero e proprio crollo dei tassi di interesse che è stato il logico corollario del Quantititive Easing portato avanti negli ultimi anni dalla Banca Europea, ha spinto molti investitori a guardarsi intorno per trovare alternative. Tenere i propri soldi su un conto corrente che praticamente non frutta nulla non è una grande prospettiva e di conseguenza, almeno chi è disposto a correre ragionevoli rischi, ha preso in considerazione altre strade. Tra le quali il trading online.

Cos’è il trading online

Per trading online si intende l’investimento in borsa operato stando comodamente seduti di fronte al proprio computer. Per poterlo fare è necessario rivolgersi ad un intermediario, una delle tante piattaforme di trading online che offrono servizi in tal senso e che, di solito, possono farlo in quanto dispongono di un permesso rilasciato da una o più autorità di regolamentazione delle attività finanziarie. In Italia è la Consob a svolgere questa funzione di sorveglianza, e proprio il fatto di essere depositari di una licenza è il nodo cruciale in fase di scelta.

Attenzione alle truffe

Ogni volta che si opera una ricerca su Google, tra i possibili risultati restituiti dai suoi algoritmi compare la dicitura “trading online è una truffa”. Il motivo di questo inquietante risultato risiede proprio nel fatto che molti utenti nel corso degli ultimi anni si sono affidati a broker di dubbia fama, venendo privati dei soldi depositati sul conto.
Basti pensare a tal proposito che periodicamente le autorità di vigilanza nazionali provvedono a stilare blacklist di società che si sono macchiate di comportamenti illeciti, composte da centinaia di nomi. Tutte, indistintamente, operanti sul mercato senza avere alcuna licenza. Quindi, il primo passo da fare per non perdere i propri soldi è scegliere una piattaforma provvista di regolari permessi.

Il trading online è rischioso

Una volta scelto il broker e aperto il conto, si può iniziare a preparare le proprie operazioni sul mercato finanziario. Trattandosi però di un settore distinto da grande volatilità, occorre prima cercare di approntare una strategia in grado di aumentare le probabilità di successo e in questo senso il nostro consiglio è di mettere in pratica il piano preparato su una demo. Si tratta della versione simulata dei mercati che le piattaforme mettono a disposizione dei clienti, ove è possibile testare la preparazione raggiunta senza rischiare di perdere i propri soldi. Uno strumento che ogni neofita dovrebbe sfruttare senza indugio, proprio per fare la conoscenza con la turbolenza tipica dei mercati e lo stress che può generare. Non farlo può aprire la strada a rotte clamorose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.