Torre del Greco, minorenni si tuffano dalla motovedetta della guardia costiera

Minorenni si sono tuffati in mare da una motovedetta della guardia costiera a Torre del Greco: la segnalazione di un operatore portuale

TORRE DEL GRECO. Ragazzini si tuffano dalla motovedetta della Capitaneria: indagini in corso. «È raccapricciante, segno che non c’è più rispetto per le autorità», commenta un operatore portuale. Alfredo (nome di fantasia) è un operatore portuale che ha voluto denunciare al quotidiano Il Mattino la bravata di alcuni ragazzini che sono saliti abusivamente sulla motovedetta della Guardia Costiera e si sono tuffati in mare.  Una cosa mai accaduta e che è stata sottoposta all’attenzione della Capitaneria per individuare i responsabili.

Le indagini della capitaneria di porto

«Una cosa raccapricciante che segna lo stato di abbandono in cui versa – ha detto Alfredo che ha preferito rimanere anonimo- ormai in particolare negli due anni  il porto di Torre del Greco.  Da quando hanno tolto la Motovedetta dei Carabinieri qui non si capisce più nulla è diventata terra di nessuno. Negli ultimi anni ci sono stati numerosi furti a bordo di imbarcazioni, addirittura hanno rubato le telecamere di video sorveglianza della Capitaneria di porto. Ci sentiamo abbandonati dallo Stato. Questa dei ragazzi che si tuffano dalla Motovedetta della Capitanerie è sicuramente indice di inciviltà ma è la prova che qui nessuno vigila più sul porto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.