Torre Annunziata, due fratelli arrestati per rapina

I carabinieri hanno fermato con l'accusa di rapina e porto in luogo pubblico di una pistola a tamburo due fratelli a Torre Annunziata

TORRE ANNUNZIATA. I carabinieri di Torre Annunziata e di Terzigno, in provincia di Napoli, hanno fermato con l’accusa di rapina e porto in luogo pubblico di una pistola a tamburo, due fratelli di Torre Annunziata di 16 e 18 anni (compiuti oggi). Lo riporta l’Ansa.

Le indagini e gli arresti

Secondo quanto emerso dalle indagini la sera dello scorso 30 giugno, con in testa dei caschi integrali, uno di loro, armato di pistola, avrebbe messo a segno una rapina in una farmacia di Terzigno, portando via 350 euro. Con il complice fuggì in sella a uno scooter trovato poco dopo dai carabinieri.

Lo scorso 6 luglio, sempre a Terzigno e in tarda serata, anche quella volta con volto travisato – da cappelli e sciarpe nonostante le temperature alte – avrebbero rapinato una pizzeria spaventando il proprietario con una pistola e riuscendo a farsi consegnare appena 150 euro. I due fratelli sono stati accompagnati nel centro di prima accoglienza dei Colli Aminei, a Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.