Temperature in picchiata e meteo pazzo: l’infuenza ne approfitta, 120mila a letto

Il crollo delle temperature favorisce l’arrivo dell’influenza. Anche a Salerno si è registrato un sostanziale crollo delle temperature di almeno 10 gradi

Termometri impazziti, con la colonnina di mercurio che sale e scende da un giorno all’altro mettendo a dura prova la salute degli italiani. Anche a Salerno si è registrato un sostanziale crollo delle temperature di almeno 10 gradi. Questa mattina alle 8 la temperatura oscillava dai 12 ai 17 gradi.

 

Il crollo delle temperature favorisce l’arrivo dell’influenza

Lo sbalzo termico – affermano gli esperti – favorisce la diffusione dei cosiddetti malanni di stagione. «Sono già 80mila italiani a letto con virus similinfluenzali come febbre e riniti, mal di gola e tosse ha sottolineato il virologo Fabrizio Pregliasco dell’Università di Milano entro la settimana arriveremo a 120mila. Così si rischia di arrivare debilitati all’influenza vera e propria, quella di fine anno». A provocare le prime febbri è proprio al temperatura, che sale e poi scende in picchiata.

In questi giorni subirà un brusco calo: per poi risalire nel fine settimana anche fino a sfiorare i 30 gradi come a Roma e Firenze. Non solo, a complicare le giornate arriverà anche il tasso di umidità pronto ad impennarsi fino a superare il 50% come accadrà entro domenica a Roma, Milano e Venezia, Torino e Palermo dove sfiorerà addirittura il 70%. Ma se da un lato l’umidità farà percepire le temperature come più calde, dall’altro ci sarà il vento pronto a soffiare. Gelando di fatto il sudore degli italiani, che si ritroveranno poi con inevitabili malanni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.