Stabilimenti balneari fantasma scoperti a Napoli: controlli in tutta Italia

Controlli della guardia di finanza in tutta Italia: a Napoli sono stati scoperti due stabilimenti balneari "fantasma". Tutti i dettagli

guardia-di-finanza

NAPOLI. Nei tre mesi estivi la Gdf ha individuato 4.126 venditori abusivi: soggetti che non hanno mai richiesto la licenza o i permessi previsti dalle norme, che non hanno mai comunicato al fisco l’inizio dell’attività o che non hanno mai installato i registratori di cassa. Lo riporta l’Ansa.

Stabilimenti balneari fantasma a Napoli

Dai dati relativi ai controlli nel periodo giugno-settembre emerge inoltre che sono stati sequestrati 29 milioni e mezzo di prodotti contraffatti, con una media di oltre 380mila pezzi al giorno. Tra le varie operazioni portate a termine, quella dei finanzieri di Torino che ha consentito di scoprire un vero e proprio ‘palazzo dell’illegalità’, un b&b nel centro storico della città pubblicizzato su tutti i siti del settore che, oltre a non avere alcuna autorizzazione, era diventato un centro di smercio di falsi prodotti di lusso, due stabilimenti balneari in Puglia e Calabria trasformati in discoteche completamente abusive e due stabilimenti fantasma a Napoli che occupavano abusivamente un’area del demanio affittando sdraio e ombrelloni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.