Simula incidenti stradali e abusa delle soccorritrici

L'uomo, un 45enne di Secondigliano, è stato tratto in arresto dai carabinieri con l'accusa di violenza sessuale aggravata

Carabinieri-Napoli-Truffa-Arresti

SANT’ANTIMO. Simulava di aver subito un incidente stradale con la sua moto e, quando una donna si avvicinava per aiutarlo, la violentava. È accaduto due volte: in un caso la vittima aveva solo 16 anni. Le toccava e, a sua volta, le costringeva a toccarlo. Lo riporta l’Ansa.

Finti incidenti stradali, abusi su donne

Oggi i carabinieri hanno eseguito una ordinanza con la quale è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari per un 45enne di Secondigliano, nel territorio di Napoli.

Le indagini sono state avviate dopo le denunce di due donne che hanno subito lo stesso abuso in due distinti episodi, a luglio e ottobre 2017. Identico il modus operandi: l’uomo fingeva di essere rimasto vittima di un incidente e poi abusava delle donne che si fermavano per aiutarlo. Per lui è scattata l’accusa di violenza sessuale aggravata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *