Napoli, Ancelotti: “Mi intriga lavorare con questo club: voglio vincere”

La sfida di Ancelotti a Napoli: "Volevo tornare in Italia e poi volevo provare l’esperienza di un club che ha un progetto interessante"

È il giorno della presentazione di Carlo Ancelotti da nuovo allenatore del Napoli. In conferenza stampa, il tecnico ha dichiarato: “Ho accettato Napoli perché ha creduto nelle mie potenzialità. Volevo tornare in Italia e poi volevo provare l’esperienza di un club che ha un progetto interessante e una squadra che ha mostrato un concetto di gioco interessante. L’obiettivo è quello di crescere,  fare bene su tutti i fronti il più a lungo possibile“. 

La sfida di Ancelotti

Non sono qui per cancellare tutto quello che ha fatto Sarri, anzi lo stile di gioco di questa squadra mi piace molto. Io però ho le mie idee, ma stile e gioco resterà lo stesso. La stampa parla tanto di top-player, ma io ho chiesto a presidente di mantenere la squadra così come. Per ora abbiamo messo dei giocatori giovani, ma che sono profili giusti per migliorare la rosa. Io penso che il nuovo entusiasmo che portano i nuovi possono migliorare il tutto”.

Su Hamsik e Jorginho

Io penso che Hamsik possa fare il ruolo di Jorginho, meno dispendioso di quello che faceva prima con Sarri. Poi sempre in quel ruolo abbiamo un giovane come Diawara che ha già dimostrato di fare bene. Su Mertens io credo che non può fare l’ala, ma con la sua tecnica può giocare tra le linee.

Su Cristiano Ronaldo alla Juve

La Juventus ha vinto gli ultimi campionati e sarà un avversario difficile. La Serie A è stata incerta sino alle ultime partite, quindi non c’è solo la Juventus. Noi dobbiamo fare la nostra strada, che ci deve portare il più a lungo e avanti possibile. Non pettiniamo le bambole, ma vogliamo vincere“.

Cristiano Ronaldo è uno dei migliori, se non il migliore al mondo. Conosco la sua professionalità. L’Italia ne trae vantaggio. Arrivo nello stesso momento in cui arriva lui. Trae vantaggio l’Italia, la Juventus con il quale sarà bello gareggiare con loro”.

Continua a leggere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.