“I servizi al Sud vanno migliorati”, l’appello del Codacons al ministro Lezzi

I rappresentanti del Codacons hanno incontrato il ministro per il Sud Barbara Lezzi, sottoponendole alcune richieste per il Meridione

NAPOLI. “C’è differenza nei servizi al Nord e nei servizi al Sud, dove vanno migliorati”: questo il succo dell’incontro tra il Codacons e il ministro per il Sud Barbara Lezzi.

L’incontro ha avuto luogo nella giornata di mercoledì: l’associazione ha portato all’attenzione del dicastero le istanze dei cittadini che risiedono nel Meridione e ha affrontato alcune criticità che assillano il Mezzogiorno e che appaiono da troppo tempo senza soluzione.

Le richieste del Codacons al ministro Lezzi

“Abbiamo chiesto al Ministro di attivarsi per migliorare la sanità nel Sud Italia, dove i cittadini ricevono un servizio qualitativamente inferiore rispetto a chi risiede nel Nord, e di porre all’attenzione del ministro per la Salute questa disparità inaccettabile in un paese civile, anche attraverso lo sblocco delle assunzioni in alcune regioni come la Calabria” ha detto il presidente Carlo Rienzi.

Sul caso Invitalia e trasparenza il Codacons ha lamentato l’esclusione di progetti rispetto ai quali l’intervento della Magistratura ha consentito ai proponenti di ottenere il finanziamento.

Il Codacons ha poi sottoposto al Ministro un progetto per portare nel mondo i beni culturali del Meridione, a partire dai Bronzi di Riace, attraverso le innovative tecniche in 3D che consentono di ricostruire perfettamente le opere d’arte con effetti tridimensionali e farle apprezzare da un vastissimo pubblico all’estero senza spostarle dalla propria sede, valorizzando e promuovendo così il territorio.

L’avvocato Matteo Marchetti, in rappresentanza della Campania, ha evidenziato quanto in tutto il sud la crisi economica in atto comporti gravissime conseguenze sociali, va annullato il deficit infrastrutturale con il Nord e va promosso con azioni mirate il patrimonio storico artistico ed ambientale in tutto il mondo.

Il ministro ha raccolto le richieste e i suggerimenti dei cittadini rappresentati dal Codacons e si è impegnato a lavorare in sinergia con i presidenti delle Regioni anche per un utilizzo migliore dei fondi europei.

All’incontro erano presenti i rappresentanti nazionali Codacons nelle persone degli avvocati Carlo Rienzi, Gianluca Di Ascenzo, Matteo Marchetti per la Campania e Francesco Di Lieto per la Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.