Sanità, scuola e vaccini libera scelta

Palmieri e Gaeta: “La  stretta collaborazione con azienda sanitaria pubblica, medici e pediatri è da anni il nostro modus operandi”.

NAPOLI. “Alla luce delle sollecitazioni di chiarimento in merito al convegno ‘Nuovi obblighi e libertà di scelta. Vaccini, Salute, Scuola e Costituzione’ che è stato organizzato dal comitato Va.Li.Ca. per martedì 14 novembre presso la sala di Santa Maria la Nova, l’Amministrazione precisa che il patrocinio del Comune di Napoli, che non è certo organizzatore dell’evento, viene sempre concesso per le manifestazioni di pensiero promosse dai cittadini e dalle loro associazioni, ad eccezione dei casi in cui gli eventi siano lesivi della dignità umana e dei principi fondanti della democrazia o a scopi di lucro. Questo perché ruolo dell’Amministrazione cittadina è voler sempre favorire il confronto tra le posizioni”. Lo dichiarano gli assessori alla Scuola Annamaria Palmieri e alle Politiche Sociali Roberta Gaeta.

 

“In questo caso – continuano – la presenza di Luigi de Magistris a un tavolo di giuristi, e degli assessori Palmieri e Gaeta per i saluti, è tesa a favorire il confronto e la partecipazione delle istituzioni pubbliche coinvolte da un tema così delicato. In questo senso abbiamo anche chiesto agli organizzatori che venissero invitati tutti gli interlocutori istituzionali e i rappresentanti di diverse posizioni della comunità scientifica. La costruttiva e continuativa collaborazione con l’azienda sanitaria pubblica – concludono – con l’ordine dei medici e le associazioni dei pediatri è una delle sinergie più consolidate su cui si fonda da anni il nostro modus operandi. Per tutti noi l’unico modo per stigmatizzare la carenza di informazioni è  discutere, partecipare con coraggio ai dibattiti, portare le proprie argomentazioni al fine di fornire elementi di consapevolezza critica al maggior numero di persone e cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.