San Giorgio a Cremano, aumentano le zanzare: le contromisure

Interventi contro la proliferazione delle zanzare nelle scuole e sul territorio comunale. In vigore anche l'ordinanza comunale

SAN GIORGIO A CREMANO. Interventi contro la proliferazione delle zanzare nelle scuole e sul territorio comunale. In vigore anche l’ordinanza che prescrive i comportamenti da tenere per prevenire e contrastare il fenomeno.

Trattamento anti zanzare in città

In virtù dell’aumento delle zanzare che si è verificato in molti territori, anche a causa delle alte temperature al di sopra della media del periodo, il sindaco Giorgio Zinno, attraverso l’assessore all’Ambiente Ciro Sarno ha disposto una serie di interventi per contrastare il fenomeno in tutta la città.  Domani, 20 settembre tecnici della ditta specializzata effettueranno la disinfestazione  nell’Istituto Comprensivo Massimo Troisi , in via Brodolini e nella confinante villetta Antonia Custra. Seguiranno interventi in tutti i luoghi pubblici: parchi, ville e immobili comunali e nelle scuole cittadine, secondo un calendario concordato in base alla disponibilità dei dirigenti scolastici. Sul resto del territorio la competenza della disinfestazione contro le zanzare è della Asl che sta provvedendo ad effettuare interventi periodicamente, con cadenza regolare (l’ultimo il 12 settembre).

Queste attività di: monitoraggio del territorio, trattamenti preventivi larvicidi e disinfestazione seguono quelle già compiute su disposizione dell’Ente nei mesi estivi.

Raccomandazioni per i cittadini

Per potenziare ulteriormente però, le azioni messe in atto dal comune, è necessaria anche la collaborazione dei cittadini attraverso comportamenti virtuosi che rafforzano le misure di contrasto al fenomeno. Il sindaco infatti ricorda che è in vigore dal 2017 un’ordinanza antizanzare che indica la condotta da osservare, specialmente in periodi come questo. Secondo il provvedimento (Ord. num. 102), consultabile sul sito www.e-cremano.it, viene disposto che i residenti:

– non abbandonino oggetti e contenitori di qualsiasi  dimensione negli spazi aperti, pubblici e privati, compreso balconi e terrazze dove possa verificarsi raccolta di acqua piovana e stagnante , anche temporanea;

– coprano eventuali contenitori come vasche di cemento , bidoni o fusti con teli impermeabili ben tesi per evitare il ristagno di acqua piovana;

– sostituiscano frequentemente acqua nei vasi sui balconi, così come nei cimiteri;

– provvedano a mantenere in perfetta efficienza tombini e caditoie presenti nei giardini, nei parchi e negli spazi condominiali, così come le grondaie, effettuando la pulizia almeno due volte l’anno.

Idem per le aziende che vendono pneumatici, attività di rottamazione, vivai e rivendite agricole.

I commenti

“Quest’anno abbiamo assistito ad un incremento del proliferarsi di zanzare – spiega il sindaco Giorgio Zinno – che si sta protraendo anche in questi giorni, a causa delle temperature più alte rispetto alla media del periodo. Come ogni anno abbiamo agito per contrastare il fenomeno e continueremo nelle prossime settimane ma – prosegue – dal momento che alcuni cittadini ci stanno chiedendo anche consigli su come intervenire, ricordo che l’ordinanza in vigore già dallo scorso anno, indica alcune fondamentali misure da adottare per potenziare le azioni messe in campo dall’ente. La collaborazione di tutti trasforma in azione efficace ogni atto volto alla prevenzione e al controllo di questo fenomeno, che può comportare anche malattie trasmesse dalla cosiddetta zanzara tigre”.

“Adottare scrupolosamente ogni misura contro le zanzare ne accresce il contrasto – aggiunge Ciro Sarno. Ognuno faccia la sua parte. Il segreto è sempre operare in sinergia, agendo con senso di responsabilità civica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.