Rischio idrogeologico sul monte Faito, dalla Regione 10 milioni di euro

Dieci milioni di euro per affrontare il rischio idrogeologico sul monte Faito e realizzare una serie di opere indispensabili e attese da anni

CASTELLAMMARE DI STABIA. Dieci milioni di euro per affrontare il rischio idrogeologico sul monte Faito e realizzare una serie di opere indispensabili e attese da anni. Lo ha reso noto la Regione Campania.

Rischio idrogeologico, dieci milioni di euro per il monte Faito

Grazie alla approvazione della convenzione tra comune di Castellammare ed Ente Parco Regionale dei Monti Lattari è possibile ora far partire i lavori per la messa in sicurezza della montagna sul versante stabiese, riaprire la strada Quisisana-Faito e riqualificare la strada di Madonna della Libera.

Il comune di Castellammare sarà soggetto attuatore e la convenzione tra comune e Regione Campania avvia da subito le indagini geologiche e i rilievi topografici propedeutici alla progettazione dell’intervento, per il quale esiste già un progetto preliminare approvato.

Il commento

“Con la firma della convenzione – ha dichiarato il Presidente Vincenzo De Luca –si volta pagina e si avvia concretamente la sistemazione idrogeologica del monte Faito, un intervento atteso da anni e per il quale da oggi saremo ancora più impegnati anche come Regione, insieme al Comune e al Parco, a seguire un preciso cronoprogramma, con l’obiettivo di accelerare al massimo la realizzazione delle opere previste”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.