Pulizia e taglio erba in via Monterosa, la discussione in commissione

NAPOLI. Di pulizia e diserbo della pinetina di via Monterosa nel territorio dell’8a Municipalità ha discusso oggi la commissione Ambiente, presieduta da Marco Gaudini, incontrando l’assessora al Verde Maria D’Ambrosio, l’assessore della Municipalità, Giovanni Pagano, oltre che i responsabili dei vari servizi e settori tra i quali è distribuita la competenza sulla manutenzione del verde […]

NAPOLI. Di pulizia e diserbo della pinetina di via Monterosa nel territorio dell’8a Municipalità ha discusso oggi la commissione Ambiente, presieduta da Marco Gaudini, incontrando l’assessora al Verde Maria D’Ambrosio, l’assessore della Municipalità, Giovanni Pagano, oltre che i responsabili dei vari servizi e settori tra i quali è distribuita la competenza sulla manutenzione del verde cittadino.

La riunione in commissione

Nel corso della riunione, Vincenzo Borrelli della Napoli Servizi ha assicurato che la società in house sta completando l’intervento programmato sulle pinetine e che proprio domani sarà attuato quello in via Monterosa.

L’attenzione sulla manutenzione di queste aree verdi, le pinetine, è stata spesso sollecitata anche da comitati e singoli cittadini, ha introdotto il presidente Gaudini; si tratta di aree particolari, nei quartieri di vecchia edilizia popolare, che per la loro conformazione presentano particolari difficoltà manutentive; per esse occorre individuare le linee di intervento per una loro ordinaria pulizia che le preservi dal degrado.

Come sottolineato dall’assessore Pagano della 8a Municipalità, accanto agli interventi programmati, di competenza di Napoli Servizi, che avvengono con cadenza quadrimestrale, e a quelli straordinari, che sono affidati alla cooperativa “25 giugno”, occorrono ordinari interventi di spazzamento e raccolta dei rifiuti, che tendono quotidianamente ad accumularsi; su questo aspetto, non è definita chiaramente la competenza. Nella 8a Municipalità, in generale, non si registrano particolari disservizi nella gestione del verde, nonostante il numero di giardinieri sia sottodimensionato rispetto ad un territorio che ospita il 60% delle aree verdi cittadine, ma incide negativamente la mancanza di strumenti a disposizione dei giardinieri.

L’assessora D’Ambrosio ha riportato i dati degli interventi regolarmente effettuati nel corso del 2017 da Napoli Servizi che, da contratto di servizi, interviene per la pulizia di queste aree. Non è invece previsto che i soci cooperatori possano essere impegnati nella manutenzione ordinaria del verde in quanto la loro opera è esclusivamente “a chiamata”. Anche Rivelli, della cooperativa “25 giugno”, ha confermato il carattere straordinario, pertanto non programmabile, dell’intervento dei soci cooperatori che, peraltro, hanno visto una riduzione dei progetti loro affidati in conseguenza del taglio del finanziamento statale. L’assessora D’Ambrosio ha anche ricordato alla commissione che la competenza del servizio Verde della città è limitata ai 13 parchi cittadini, mentre quella sulla gestione del verde sui territori compete alle singole Municipalità presso le quali sono collocati i giardinieri comunali.

È sulla necessità di rivedere l’attuale gestione dei giardinieri comunali che sono intervenuti la maggior parte dei consiglieri sottolineando che: a parte gli interventi più corposi effettuati, come derattizzazione, potature, recinzioni, sulle aree verdi di minori dimensioni incidono i fattori climatici; la manutenzione ordinaria si potrebbe meglio garantire con una programmazione centrale del servizio giardini  (Vernetti di Dema); occorrerebbe un cambio di impostazione nella gestione dei giardinieri affidati alle Municipalità che, secondo i dati riferiti dal servizio Verde della città, ancora sono in numero corposo, seppure di età avanzata, e che potrebbero lavorare più efficacemente a patto di un migliore coordinamento (Cecere di Dema); la mancanza di coordinamento tra i diversi soggetti impegnati nella gestione del verde, e anche la distribuzione del personale, sono all’origine dei disservizi; occorrerebbe una programmazione settimanale degli interventi e la fornitura, agli operatori comunali, di mezzi e strumenti che attualmente mancano (Brambilla di Movimento 5 Stelle).

La parte di gestione del verde affidata alla Napoli Servizi, ha spiegato Vincenzo Borrelli, è regolamentata nel contratto dei servizi in fase di rinnovo; attualmente, alla società sono affidati 1 milione e 170mila metri quadrati di verde da curare, comprese le aree verdi delle scuole; il servizio è gestito con 40 giardinieri dislocati sui territori. Non ci sono particolari problematiche nell’8a Municipalità, a parte la necessità di un migliore coordinamento con Asìa dopo le potature, e comunque sono in via di completamento gli interventi sulle pinetine che vedono per domani quello su via Monterosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.