Pubblicata la gara per l’abbattimento dell’edificio denominato Vela A

Pubblicata la gara per l'abbattimento dell’edificio denominato Vela A e la sistemazione degli spazi aperti che si formeranno dopo le demolizioni

Le-Vele-Scampia

NAPOLI. Pubblicata la gara per l’abbattimento dell’edificio denominato Vela A e la sistemazione degli spazi aperti che si formeranno dopo le demolizioni.

Il bando per l’abbattimento della Vela A

L’aggiudicazione avverrà con il criterio del minor prezzo, in quanto i lavori sono di importo inferiore a 2.000.000 di euro e l’affidamento dei lavori avviene con procedure ordinarie, sulla base del progetto esecutivo.

Le imprese che intendono partecipare avranno tempo fino al 4 aprile per presentare la propria offerta. Potranno partecipare le imprese appartenenti alla categoria OS 23 specializzate nella demolizione degli edifici.

La vela “A”, anche detta “Vela Verde”, è la prima delle Vele che si procede ad abbattere ed è la struttura con estensione in pianta più piccola delle quattro presenti nel lotto. È localizzata sul fronte ovest dell’area e si sviluppa in verticale con un impianto a “Torre” su 16 livelli fuori terra, anche se di superficie inferiore man mano che si sale in quota. Presenta in pianta una forma ad “H”, con parte centrale di collegamento tra i quattro blocchi longitudinali disposti su due allineamenti paralleli.

Le fasi

Prima dell’inizio dei lavori l’impresa aggiudicataria dovrà effettuare la caratterizzazione dell’area, redigere una mappatura e procedere alla bonifica (rimozione) di tali materiali.

Nella seconda fase si procederà alla rimozione, dopo la cernita e la separazione, di tutti i rifiuti presenti all’interno degli edifici oggetto di demolizione.

Dopo la demolizione meccanica top down dei fabbricati con escavatori HRD allestiti con pinza, l’impresa procederà allo smaltimento di tutti rifiuti prodotti dall’intervento stesso.

Le sistemazioni superficiali si attueranno mediante interventi di riqualificazione ambientale.

Le dichiarazioni dell’assessore Carmine Piscopo

Stiamo rispettando i tempi previsti, dichiara l’assessore all’Urbanistica Carmine Piscopo, dopo l’approvazione nell’ottobre scorso del progetto esecutivo siamo entrati nel vivo degli abbattimenti. Voglio ricordare che l’intervento, dal costo complessivo di circa 27 milioni di euro, è finanziato per 18 mln a valere sui fondi del Bando Periferie e per 9 mln a valere sul fondi del PON Metro. Adesso ci prepariamo, continua l’assessore, a pubblicare il bando per il concorso internazionale di progettazione finalizzato a definire le soluzioni urbanistiche ed architettoniche per tutto il quartiere di Scampia a partire dal lotto M, interessato dagli abbattimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.