Pozzuoli, operazioni contro gli abusivi: sequestrati ombrelloni, lettini e cozze

Ieri mattina gli agenti della polizia municipale di Pozzuoli, unitamente al personale della Capitaneria di Porto, hanno effettuato controlli amministrativi

POZZUOLI. Ieri mattina gli agenti della polizia municipale di Pozzuoli, unitamente al personale della Capitaneria di Porto, hanno effettuato controlli amministrativi sulle spiagge del lungomare Pertini.

Il sequestro di ombrelloni e lettini

Sono state contravvenzionate due persone che svolgevano abusivamente attività di noleggio e sequestrati 28 lettini e 10 ombrelloni. I due sono stati anche deferiti all’Autorità Giudiziaria per occupazione abusiva di una struttura pubblica dato che si erano impossessati di un locale all’interno dei bagni ubicati sull’area demaniale, utilizzandolo come deposito di ombrelloni e lettini. All’interno della struttura sono stati rinvenuti circa 80 lettini e 15 ombrelloni che sono stati posti sotto sequestro penale.

Una delle due persone è stata verbalizzata anche per aver organizzato la vendita di merce varia senza la prescritta autorizzazione amministrativa: a tale contravvenzione è seguita la sanzione di 5.000 euro nonché il sequestro amministrativo di 20 bottiglie di acqua minerale, 40 lattine di bevande varie, 34 bottiglie di birra e una serie di buste di patatine e snack vari.

L’operazione di oggi fa seguito ad una serie di controlli iniziati nel mese di luglio e che hanno visto già il sequestro di altri ombrelloni e lettini posti in noleggio abusivamente. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Il sequestro di cozze e telline

Venerdì, invece, dopo gli interventi effettuati la settimana scorsa nel Rione Toiano ed a Monterusciello, gli agenti della polizia municipale, congiuntamente ai militari dell’Arma dei Carabinieri, hanno sequestrato circa 50 chilogrammi di cozze e 10 di telline. Gli interventi sono stati compiuti nelle zone periferiche della città, da Monteruscello a via Campana, a via Montenuovo Licola Patria all’altezza del depuratore.

In particolare sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria due venditori ambulanti di mitili per le precarie condizioni igienico-sanitarie in cui versava la merce rinvenuta, che è stata sequestrata e distrutta come previsto dalla normativa vigente.

Inoltre ai due sono stati elevati verbali per un totale di 10.000 euro per aver esercitato la vendita senza la prevista autorizzazione amministrativa. È stato verbalizzato, inoltre, anche un venditore ambulante di frutta e verdura che vendeva a posto fisso, occupando abusivamente il suolo pubblico.

L’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per aver abbandonato rifiuti (cassette di legno e contenitori in plastica) depositati poco lontano dal luogo di vendita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.