Cinema, 42 anni fa fu ucciso Pier Paolo Pasolini

Nato a Bologna, lo scrittore e regista ebbe un rapporto particolare con la città di Napoli: lavorò con Totò e con Eduardo De Filippo

Pier-Paolo-Pasolini

NAPOLI. Nella notte tra l’1 e il 2 novembre 1975 veniva ucciso Pier Paolo Pasolini: figura controversa della storia della cultura italiana, poeta, cineasta, regista, scrittore, giornalista, attore, venne ucciso 42 anni fa e, per certi versi, tale omicidio presenta ancora dei lati oscuri.

Nato a Bologna, Pier Paolo Pasolini ebbe uno speciale rapporto con la città di Napoli, una città che amò particolarmente e nella quale girò alcuni suoi lavori. Lavorò con il grande Totò e iniziò a lavorare con Eduardo De Filippo ma i progetti avviati non furono portati a termine in quanto venne improvvisamente a mancare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.