Napoli, centro anti violenza “Aurora” sfrattato: 130 donne senza assistenza

Circa 130 donne si ritroveranno senza assistenza da parte del centro anti violenza "Aurora": è stato sfrattato per far posto ai nuovi vincitori del bando

centro anti violenza

Il centro anti-violenza “Aurora” è stato sfrattato per far posto ai nuovi vincitori del bando del Comune di Napoli.

Via il centro anti violenza

«Ho rischiato di morire, insieme a mia figlia, che mi ha salvata dalla furia del padre. Ora chi si prenderà cura di noi?». La donna, 40enne di nazionalità moldava, era stata minacciata di morte con un coltello da cucina dall’ex marito a dicembre 2017 a Volla. A salvarla era stata la figlioletta di 11 anni.

Questo è solo uno dei tanti casi seguiti dal Centro anti-violenza di via Concezione a Montecalvario, conosciuto col nome “Aurora”. Ma da lunedì scorso quel centro è stato sfrattato per far posto ai nuovi vincitori del bando del Comune di Napoli.


centro anti violenza


«La violenza è stata assimilata ad un criterio commerciale – rimprovera Rosa Di Matteo, responsabile del centro – perché nel bando il metro di valutazione principale sta nell’offerta economica. La conseguenza è che le 130 donne che seguivamo ora saranno senza assistenza, perché la presa in carico dura almeno un anno e non 22 settimane, come prevede il nuovo bando».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.