Multe e bollo auto, addio cartelle fino a 1.000 euro

Si tratta, di debiti di importo residuo calcolati alla data di entrata in vigore del decreto e affidati alla riscossione dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2010

Multe stradali e bolli auto ‘stracciati’. E più, in generale, l’annullamento automatico dei debiti fino a mille euro. È quanto contenuto nell’ultima bozza del decreto fiscale collegato alla manovra economica e attesa in Cdm lunedì prossimo.

Anullamento automatico dei debiti fino a mille euro

Si tratta, in sostanza, di debiti di importo residuo, che includono interessi e sanzioni, calcolati alla data di entrata in vigore del decreto e affidati alla riscossione dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2010.

Una cancellazione che tuttavia esclude i carichi recanti somme dovute per particolari tipologie di debiti, come le somme affidate all’agente della riscossione a seguito di pronunce di condanna della Corte dei conti o le somme affidate per il recupero di aiuti di Stato, il cui valore complessivo, rispetto al valore dell’intero magazzino dei crediti non riscossi, è comunque residuale. Lo stralcio, che per il contribuente è gratuito, comporterebbe allo Stato un costo di 524 milioni nei 5 anni dal 2019 al 2023.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.