I migranti in rivolta di Napoli “Non ci muoviamo da qui”

Oggi hanno manifestato, in corteo da piazza Garibaldi fino davanti alla Prefettura, per chiedere di non essere espulsi dai centri

NAPOLI Circa 150 migranti rischiano di rimanere in strada a Napoli dopo che il 13 agosto scorso sono risultati assenti ad un controllo della Polizia nei centri di accoglienza straordinaria nei pressi della Stazione centrale.

A Napoli in 150 non trovati in strutture di accoglienza

Oggi hanno manifestato, in corteo da piazza Garibaldi fino davanti alla Prefettura, per chiedere di non essere espulsi dai centri. Si tratta di richiedenti asilo che temono di perdere il diritto a rimanere nelle strutture in attesa del pronunciamento sulla loro domanda d’asilo. A solidarizzare con i manifestanti varie associazioni antirazziste e centri sociali.

L’assenza nei centri oltre le 21 – che fa scattare la decadenza dal diritto di ospitalità – l’hanno spiegata chi con il fatto che tornava da lavoro, chi con il caldo eccessivo di quella serata che aveva indotto tanti a cercare refrigerio in strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.