Melania Rea, l’abbraccio di Somma Vesuviana nell’anniversario della morte

"Ricordiamo Melania per aiutare chi oggi è solo col suo carnefice. Alla sua famiglia l'abbraccio mio e di tutta Somma"

SOMMA VESUVIANA. Il 18 aprile del 2011 Melania Rea fu ucciso brutalmente dal marito Salvatore Parolisi a Ripe di Civitella (Teramo). L’uomo le inflisse 35 coltellate. Il caso fece molto rumore provocando rabbia e sgomento in tutta Italia. Oggi, nell’anniversario di quel terribile femminicidio, anche il sindaco di Somma Vesuviana ha voluto ricordare Melania Rea con un messaggio rivolto a tutta la sua famiglia.

Melania Rea, il messaggio del sindaco

“Sette anni fa la scomparsa di Melania Rea, una giovane e amorevole mamma nostra concittadina – ha scritto Salvatore Di Sarno su Facebook -. In sua memoria abbiamo svolto alcune iniziative contro la violenza sulle donne e le abbiamo dedicato la panchina rossa che c’è in piazza Vittorio Emanuele III e nella quale (vi è una buca apposita), chiunque sia vittima di abusi, può lasciare la sua richiesta di aiuto. Spesso, infatti, chi subisce ha paura di denunciare, ma noi siamo qui per tendergli una mano. Ricordiamo Melania per aiutare chi oggi è solo col suo carnefice. Alla sua famiglia l’abbraccio mio e di tutta Somma“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.