Masturbarsi in pubblico non è più reato. Prevista solo maxi multa

Niente più condanna per atti osceni, per effetto della depenalizzazione di questo reato attuata dal d.lgs n.8 del 2015. Lo ha deciso la Cassazione

Masturbarsi in pubblico non è più reato. Prevista solo una multa. Niente più condanna per atti osceni, per effetto della depenalizzazione di questo reato attuata dal d.lgs n.8 del 2015, nei confronti di chi si apposta nei luoghi frequentati da giovani ragazze per masturbarsi davanti ai loro occhi.

Masturbarsi in pubblico non è più reato. Prevista solo una multa

La Cassazione ha preso atto di quanto previsto dalla recente riforma e ha annullato senza rinvio “perché il fatto non è previsto dalla legge come reato” la condanna inflitta dalla Corte di Appello di Catania il 14 maggio 2015 a carico di un uomo di 69 anni rinviato a giudizio perché si esibiva davanti alle studentesse che frequentavano la cittadella universitaria nei pressi della quale lui si posizionava.

CONTINUA A LEGGERE QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.