Camorrista si finge pazzo: il reato cade in prescrizione

Il boss mafioso Giuseppe Gallo per anni ha percepito una pensione con una falsa invalidità: il reato cade in prescrizione

Arriva la prescrizione anche per il boss camorrista che per anni si è finto pazzo. Il suo medico gli aveva diagnosticato una grave malattia psichiatrica per la quale ha percepito la pensione di invalidità per anni. Stiamo parlando del boss Giuseppe Gallo, 40enne capoclan dei Gallo-Limelli-Vangone di Boscotrecase conosciuto con i soprannomi «Scignetella» e «Pepp’ o pazz».


Giuseppe Gallo


Camorrista si finge pazzo: la prescrizione del reato

Arriva la prescrizione a cancellare l’accusa di truffa aggravata. I giudici del tribunale di Torre Annunziata (presidente di collegio Maria Laura Ciollaro) hanno rilevato l’insussistenza dell’aggravante mafiosa, quella che invece ha contestato fin dall’inizio l’Antimafia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.