Lavoro in nero: scoperti 49 lavoratori tra Napoli e provincia

A seguito di ispezioni nei confronti di attività commerciali, sono stati scoperti 49 lavoratori "in nero" tra Napoli e provincia

lavoro in nero

I finanzieri del Comando Provinciale Napoli  hanno eseguito ispezioni nei confronti di attività commerciali, ricadenti sulla circoscrizione di competenza, quali: alberghi, panifici, meccanici e/o carrozzieri, opifici esercenti attività varie. Scoperti 49 lavoratori “in nero”.

Lavoro in nero nel napoletano

In seguito a dei controlli eseguiti dai finanzieri del Comando Provinciale Napoli, sono stati scoperti 49 lavoratori impiegati “in nero”, ignoti agli Enti previdenziali e quindi senza riconoscimenti ai fini pensionistici.

Tra le situazioni accertate: in un “call center” di Napoli 17 dipendenti, tutte donne, non erano in regola con il contratto di lavoro; ad Arzano, un autolavaggio, oltre ad impiegare esclusivamente manodopera in nero, operava anche senza le prescritte autorizzazioni ambientali; inoltre, nei confronti di altre 6 attività commerciali è stata avanzata la richiesta di adozione del provvedimento di sospensione, mentre, per ciascun dipendente non regolarmente assunto, sarà irrogata la c.d. “maxisanzione” prevista dalla normativa di settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.