Lavori rischio idrogeologico sul monte Faito, M5S: “È merito nostro”

La nota del consigliere regionale M5S Cirillo: "La decisione della messa in sicurezza è merito delle nostre segnalazioni"

CASTELLAMMARE DI STABIA. “La messa in sicurezza del monte Faito è merito nostro. Due anni fa invocammo la riapertura di via Quisisana”: è quanto riferisce, in una nota, il consigliere regionale M5S Cirillo.

Proprio ieri, la Regione Campania – attraverso una nota – ha riferito dello stanziamento di dieci milioni di euro da destinare ad alcuni interventi contro il rischio idrogeologico sul monte Faito.

La nota del consigliere regionale

“A due anni dalle nostre segnalazioni, finalmente è stato dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza del Monte Faito, interessato da un forte rischio idrogeologico. Facendo seguito ai nostri emendamenti alla mozione per l’individuazione di un soggetto unico attuatore per la valorizzazione del Faito, approvati nei mesi scorsi dal Consiglio regionale, le opere, finanziate con 10 milioni stanziati dal Cipe, comporteranno anche la riapertura della strada Quisisana-Faito, da tempo interdetta alla viabilità e unica via di accesso da e verso Castellammare di Stabia. Era il 14 settembre del 2016 quando depositammo un’interrogazione a risposta scritta già all’epoca nella quale evidenziammo tutti i pericoli derivanti dallo stato di degrado e di abbandono di via Quisisana, ricettacolo di rifiuti di ogni tipo e con molti tratti trasformati in autentiche discariche a cielo aperto. In questi anni non abbiamo mai smesso di sottolineare, inoltre, i rischi per i residenti derivanti dalla chiusura dell’unica via di fuga. Timori che si sono rivelati fondati quando, nell’estate degli incendi che hanno interessato anche l’area del Faito, i vigili del fuoco si videro costretti a riaprire la strada, sebbene interdetta alla circolazione, in quando l’unica via possibile che ha consentito l’evacuazione dei residenti nelle ore in cui le fiamme lambivano le loro case”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.