“La Rivoluzione”, il film collettivo dell’Accademia di Belle Arti

Tre studenti universitari, insoddisfatti del vuoto di valori del mondo contemporaneo, vivono nel mito degli intellettuali del '68: la trama de "La Rivoluzione"

NAPOLI. Tre studenti universitari, insoddisfatti del vuoto di valori del mondo contemporaneo, vivono nel mito degli intellettuali del ’68: decidono di chiudersi in un appartamento dove sono banditi i dispositivi tecnologici. È lo spunto da cui parte il film “La Rivoluzione”, primo lungometraggio presentato dall’Accademia di Belle Arti di Napoli e interamente realizzato dagli studenti del Corso di Cinema coordinato dal professore Stefano Incerti in collaborazione con la Scuola di Scenografia e la Scuola di Fashion design dell’Accademia. E’ il frutto del lavoro corale di oltre 60 studenti impegnati insieme in tutte le fasi di realizzazione, dall’ideazione e stesura della sceneggiatura, alla scenografia oltre che a tutte alle fasi tecniche di lavorazione, a testimonianza della centralità delle attività laboratoriali, base dell’offerta formativa dell’Accademia.

Le dichiarazioni del prof. Baffi

“Finalmente un lungometraggio – dice il presidente dell’Accademia il prof. Giulio Baffi – una sfida, un’assunzione di responsabilità, una prova importante, per un gruppo di giovani che si misura con la fantasia e la libertà dell’invenzione e si avvicina ad un mercato e a quello che sarà il loro lavoro. L’Accademia forma talenti, ha docenti, ha maestri, capaci di entusiasmare e di spingere verso il sogno della realtà che non è una contraddizione ma questa volta è un futuro”.

Il cast

Nel cast con Giulia Schiavo, Vittorio Nastri, Paolo Canterino, anche Nello Mascia. Nel film, dopo aver appreso di uno stupro ai danni di una quindicenne da parte di un gruppo fascista, il trio, affascinato dalle letture sulla generazione degli anni di piombo, pianifica di compiere un attacco vendicativo in nome degli ideali della lotta armata comunista. L’aggressione, però, non andrà come nei piani.

Tra i docenti del corso dell’Accademia, con il regista Stefano Incerti, anche i direttori della fotografia Cesare Accetta e Francesca Amitrano, Renato Lori (scenografia per il cinema), Davide Franco e Giacomo Fabbrocino (montaggio) Annalisa Ciaramella (costumi), Ivan Cappiello e Marino Guarnieri (animazione). Tra gli attori che sono stati coinvolti nelle produzioni degli ultimi anni Renato Carpentieri, Antonella Attili, Salvatore Cantalupo, Gigi Savoia, Antonello Cossia, Nello Mascia. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.