Inquietante scritta a Castellammare appare a un falò

Inquietante scritta appare durante il falò dell'Immacolata a Castellammare di Stabia: così devono morire i pentiti abbruciati

striscione

CASTELLAMMARE DI STABIA. La notte tra il 7 e l’8 dicembre, è tradizione, nella città stabianese, accendere un falò. La festa religiosa però è divenuta da tempo una gara tra le varie gang a chi si accaparra più legna per alimentare il fuoco più potente. Quest’anno però è comparsa un’inquietante scritta su di uno striscione “così devono morire i pentiti abbruciati”. 


striscione


Inquietante scritta a Castellammare:

Lo striscione è apparso accanto al rogo appiccato in un rione della città considerato roccaforte del clan dei D’Alessandro, il rione Savorito. È stato incendiato anche un manichino. Numerosi erano i presenti ad applaudire.

Inquietante scritta: i commenti della gente

Non pochi sono i commenti delle persone riguardo la macabra scritta: “sono un insulto alle vittime innocenti dei clan, allo Stato e alle Istituzioni tutte, alle donne e agli uomini delle forze dell’ordine e a tutte le persone oneste di quella città” ha, poi, commentato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.”Siamo al paradosso – prosegue Borrelli – La camorra viene addirittura enfatizzata nel corso di una festa tradizionale religiosa come quella dell’Immacolata. Nonostante il divieto del Comune sono stati accesi in diversi quartieri i cosiddetti ‘fucaracchi'”. “Spero – conclude Borrelli – che forze dell’ordine e la magistratura vadano a bussare al più presto alla porta degli autori di questo gesto vomitevole. È inaccettabile che la camorra possa consentirsi comportamenti sempre più arroganti e violenti anche in manifestazioni pubbliche. Lo Stato faccia sentire la sua presenza in questi rioni”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.