Incidenti stradali, a Napoli la città con più sinistri in Italia

Lo studio Istat-Aci rileva un aumento di incidenti stradali a Napoli e provincia: ben 2.300 nel 2016, in media uno ogni 4 ore

incidenti-stradali

NAPOLI. Secondo le statistiche pubblicate dallo studio annuale Aci-Istat, a Napoli e provincia c’è il tasso di mortalità più alto per incidenti stradali. Nel corso del 2016 si sono verificati infatti 2.300 sinistri in cui ci sono stati 30 morti e 3.123 feriti.

Il dato diventa ancor più allarmante se paragonato a quello del 2015 (solo i decessi sono aumentati del 7,1%). In pratica gli incidenti stradali a Napoli si susseguono in media ogni 4 ore.

 

Incidenti stradali, le zone interessate e le cause

 

I numeri più alti si registrano nell’area metropolitana di Napoli dove gli incidenti stradali sono stati 5.140 con 91 morti e 7373 feriti. Le cause principali sono i momenti di distrazione e l’alta velocità. Quest’ultima è infatti la prima causa degli incidenti mortali. Ancora una volta ci sono differenze tra Napoli e provincia. Mentre la città registra il 28,9% di incidenti stradali causati da distrazioni alla guida, la provincia ne registra il 30,4%. Nel caso delle morti per alta velocità, a Napoli il dato ammonta al 50%, in provincia al 47,1%.

Il numero più alto di persone coinvolte in incidenti stradali, tra morti e feriti, rientra in una fascia d’età inferiore ai 30 anni (il 20% dei decessi e il 39,4% dei feriti). Infine, il giorno della settimana in cui si verifica un numero maggiore di sinistri è il venerdì, soprattutto tra le 22 e le 6 del mattino. L’area maggiormente interessata dagli incidenti stradali nel 2016 è stata quella di Pozzuoli, in cui lo studio Istat-Aci ha contato ben 199 decessi e 314 feriti; quella che riporta i numeri più bassi è Giugliano, dove ci sono stati 11 morti in seguito ad incidenti stradali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.