Pomodoro Igp Napoli, la Puglia si oppone al riconoscimento del Ministero

La Regione Puglia presenterà parere negativo sulla presentazione dell'Igp Pomodoro Napoli da parte della Campania: «Una operazione siffatta penalizzerebbe solo il nostro comparto produttivo»

NAPOLI. La registrazione del Pomodoro Igp Pelato Napoli sarà ostacolata dal parere negativo che la Regione Puglia ha intenzione di presentare al Mipaaf, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

Le motivazioni della Puglia

Di seguito le dichiarazioni dell’assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Leonardo Di Gioia: «La Puglia detiene la quasi totalità della produzione del pomodoro all’interno di una filiera del Sud Italia ove la Campania possiede, di contro, industrie prevalentemente di trasformazione. La relazione presentata dal Comitato Promotore IGp Pomodoro Pelato Napoli – ha detto – è per noi mancante di un coinvolgimento di tutti produttori della Puglia. Inoltre è certo che una operazione siffatta penalizzerebbe solo il nostro comparto produttivo, anello vitale della filiera del Mezzogiorno”.

Poco meno di un mese fa, la Puglia ha ottenuto il riconoscimento del Mipaaf che ha concesso il marchio Dop alla mozzarella prodotta nella regione, nonostante l’opposizione del consorzio campano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.