Gragnano, costringe la madre a vivere da reclusa: arrestato figlio violento

L'ordinanza è stata emessa dopo ripetute denunce presentate dalla vittima nell’anno in corso. La madre ha raccontato ai carabinieri di minacce et c.

GRAGNANO. Con le sue minacce di morte e vessazioni continue, aveva costretto la madre a vivere praticamente reclusa nella sua stanza. All’ennesima denuncia, finisce in carcere il figlio violento. Lo riporta il quotidiano Il Mattino.

Gragnano, arrestato figlio violento

Stamattina, i carabinieri della stazione di Gragnano hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Torre Annunziata a carico di M. M., un 36enne gragnanese, già noto alle forze dell’ordine, e fino a oggi sottoposto alla libertà vigilata con obbligo di permanenza in casa dalle 20 alle 8.

L’uomo è ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, estorsione e danneggiamento ai danni della madre 63enne.

L’ordinanza è stata emessa dopo ripetute denunce presentate dalla vittima nell’anno in corso. La madre ha raccontato ai carabinieri di minacce, ingiurie, percosse e lesioni causate dal figlio tossicodipendente, che cercava tutti i giorni di estorcerle del denaro per l’acquisto di droga.

In alcuni casi aveva anche rubato oggetti dalla casa e alimenti per provare a procurarsi i soldi. L’arrestato è stato trasferito nel carcere di Napoli Poggioreale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.