Finanziamenti per le attività di innovazione tecnologica dalla Regione

Disponibili finanziamenti per le attività di innovazione tecnologica delle imprese: ecco di cosa si tratta

NAPOLI. Disponibili finanziamenti per le attività di innovazione tecnologica delle imprese: studi di fattibilità (fase 1) e progetti di trasferimento tecnologico (fase 2) coerenti con la RIS3 Research & Innovation Smart Specialisation Strategy, Strategia di Specializzazione Intelligente.

L’avviso pubblico è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 36 del 21 Maggio 2018. Le risorse disponibili ammontano complessivamente a 45 milioni di euro di fondi FESR 2014-2020.

Come funziona

Spese e costi ammissibili: non inferiori a 50mila euro e non superiori a 120mila euro per la fase 1, non inferiori a 500mila euro e non superiori a 2 milioni di euro per la fase 2.
Avvio attività: successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione e, comunque, pena la revoca, non oltre 30 giorni dalla data di notifica del provvedimento di concessione.
Durata degli interventi: non superiore a 6 mesi per la fase 1; non inferiore a 6 mesi e non superiore a 18 mesi per la fase 2.
Presentazione delle domande: a mezzo PEC (firma certificata) all’indirizzo avvisotrasferimentotecnologico@pec.regione.campania.it a partire dalle 12 del 45° giorno dalla pubblicazione dell’avviso nel BURC.
Procedura di selezione: a “sportello valutativo”, durerà di regola 30 giorni dal termine di presentazione delle stesse. Le proposte che hanno superato la Fase 1 dello “SME INSTRUMENT” ottenendo un “Seal of Excellence” saranno sottoposte alla sola verifica amministrativo-formale e, in caso di esito positivo, saranno automaticamente finanziate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.