Festa del sacrificio, gli Animalisti italiani contro la macellazione rituale

Lo afferma in una nota emessa ieri Rinaldo Sidoli, dirigente della Onlus Animalisti Italiani: ieri a Napoli si è tenuta la celebrazione islamica

NAPOLI. “Nel giorno in cui la comunità islamica celebra la Festa del Sacrificio, un signore a Napoli portava su una carrozzina un capretto legato e con il collo piegato. Grazie all’intervento del consigliere municipale Salvatore Iodice, le forze dell’ordine hanno potuto constatare il maltrattamento dell’animale”.

Le parole degli Animalisti italiani

Lo afferma in una nota emessa ieri Rinaldo Sidoli, dirigente della Onlus Animalisti Italiani.

“Da oggi al 25 agosto – spiega Sidoli – la comunità islamica celebra l’Eid Al Adha e in questa occasione vengono sacrificati, sgozzandoli, agnelli e capretti. Siamo fermamente convinti che il Governo debba rivedere con urgenza le norme sulla macellazione rituale e vietarla se non c’è stordimento”.

Alle critiche si unisce anche il consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli che spiega come “grazie alla denuncia del consigliere dei Verdi della II Municipalità Salvatore Iodice sia stata denunciata per maltrattamento di animali una persona che portava in giro un capretto legato su un carrozzino per bambini”. (Foto Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.