Ferro da stiro sulla pancia della moglie incinta, calci e pugni: l’incubo di una napoletana

E’ arrivata al fine dell’incubo per la moglie che per 15 anni ha denunciato il marito con cui è sposata da 35 anni e con cui ha 7 figli

ERCOLANO Ad Ercolano i carabinieri hanno arrestato un 57enne pregiudicato e ritenuto affiliato al clan degli “Ascione-Papale”; è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip di Napoli per maltrattamenti in famiglia commessi dal 2003 nei confronti della moglie e dopo le formalità è stato tradotto al centro penitenziario di Secondigliano. E’ arrivata al fine dell’incubo per la moglie che per 15 anni ha denunciato il marito con cui è sposata da 35 anni e con cui ha 7 figli.

Un incubo che durava da 15 anni

Denunce poi sempre ritirate perché lui la minacciava di morte, come riportato dal sito de IlMattino. Fino a un mese e mezzo fa quando, ormai esausta, è scappata in caserma ancora ferita e ha denunciato tutto. La donna durante la denuncia ha raccontato agli agenti tutte le violenze subite, anche quando venne colpita con il ferro da stiro mentre era incinta del loro ultimo figlio, oggi 15enne. L’ultima lite, a luglio scorso, quando la donna si è rifugiata dai carabinieri raccontando di essere stata presa per il collo, poi riempita di calci e pugni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.