Ex Montefibre di Acerra, Palmieri: “Attendiamo provvedimenti governo”

Il sindaco di Acerra Raffaele Lettieri, a un mese dalla visita del sottosegretario Cioffi, si è rivolto all'assessore regionale Sonia Palmieri

sonia-palmieri

ACERRA. Questione lavoratori ex Montefibre di Acerra, il Sindaco Raffaele Lettieri, trascorso più di un mese dalla visita del Sottosegretario Cioffi presso il sito industriale ex Montefibre e preoccupato per l’imminente scadenza degli ultimi ammortizzatori sociali in sostegno al reddito degli operai e per la tenuta sociale delle loro famiglie, ha interpellato l’Assessore al Lavoro della Regione Campania, Sonia Palmieri, per ottenere aggiornamenti sulle azioni intraprese.

Ex Montefibre di Acerra, Lettieri si rivolge alla Regione

L’Assessore Palmieri ha sottolineato al primo cittadino di Acerra che la Regione Campania ha intrapreso, da tempo, ogni utile provvedimento per mantenere gli ammortizzatori sociali, in scadenza imminente oppure già scaduti, ai lavoratori ex Montefibre di Acerra, precisando inoltre che senza un urgente provvedimento legislativo ad hoc, che solo il Governo può varare, non sarà possibile mantenere alcuna misura di sostegno al reddito per questi lavoratori.

La Regione Campania ha, infatti, comunicato che attende ancora l’adozione di questo provvedimento normativo idoneo, anche in considerazione del percorso già avviato per attivare misure “ad hoc” di politiche attive per reimpiego dei lavoratori e per l’avvio di processi strutturali tesi ad incentivare il rilancio industriale.

Anche il Sindaco Lettieri, così come ribadito dall’Assessore Palmeri, attende con fiducia che il Governo adotti urgentemente le modifiche normative necessarie per venire incontro alle pressanti richieste che le parti sociali, i lavoratori e le loro famiglie, reiterano quasi quotidianamente, così da consentire anche a coloro i quali vedono in scadenza i provvedimenti di integrazione salariale nel 2018 o a coloro i quali tale integrazione è già scaduta da tempo, di poter usufruire di ulteriore sostegno al reddito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.