Edenlandia, si avvicina la riapertura del parco divertimenti

Gli imprenditori della nuova società assicurano: "Stiamo rispettando il cronoprogramma, anche grazie alla collaborazione con il comune di Napoli"

Edenlandia

NAPOLI. Il rilancio della nuova Edenlandia è guidato dalla GCR Outsider, Holding del Gruppo Vorzillo, che fa capo ai fratelli Gianluca, Carlo e Roberta. La GCR Outsider Holding ha cambiato le sorti del parco più grande del Sud Italia. Lo scorso 24 agosto 2017 Gianluca Vorzillo acquisisce, con l’advisoring della società Sixtema, la maggioranza assoluta della New Edenlandia Spa; ingresso che, con la condivisione degli altri soci, gli permette di diventare Amministratore Unico.

Il parco tematico

La storia del Parco Tematico più antico d’Europa inizia nel lontano 1965. Dopo anni di successi i riflettori, sull’ ampia area di 50 mila metri quadri nel quartiere di Fuorigrotta, si iniziano ad affievolire per un fallimento datato 2011, per una successiva riapertura e chiusura nel 2013 e per le tante promesse mancate sulla ennesima riapertura che era stata programmata già nel 2015.

Oggi, a soli 5 mesi dal cambio al vertice, la nuova compagine societaria ed il nuovo management, sta percorrendo la strada giusta per riaprire in breve tempo il Parco. L’iter burocratico seguito per la prossima riapertura di Edenlandia vede già tutti i pareri favorevoli. L’area dell’intrattenimento e del divertimento di Fuorigrotta gestita unicamente dalla New Edenlandia spa è di proprietà della Mostra d’Oltremare, società partecipata del Comune di Napoli.

Tra gli obiettivi della nuova società è contribuire alla riqualificazione di una zona importante della città, di restituire ai napoletani la gioia di giornate spensierate tra intrattenimento e giostre, di creare un indotto significativo che dia una spinta positiva all’economia e di risollevare l’aspetto occupazionale, non solo riconfermando tutti i posti di lavoro (della vecchia gestione) più di 50, ma assumendo anche altre figure professionali.

Così il cuore gioioso di Napoli si presenta con le sue 38 attrazioni (delle quali 13 restaurate e 15 nuove), 15 punti ristoro, il Teatro dei Piccoli, il PalaEden con i suoi 600 posti a sedere, Aree Commerciali e di Intrattenimento.

L’investimento economico per la riconsegna di un pezzo della città alla città è pari a circa 8 milioni di euro. L’area leisure farà nuovamente battere il cuore delle tante generazioni che l’hanno vissuta e che da troppo tempo la facevano vivere solo nei migliori ricordi e di quelle più giovani che invece non hanno ancora avuto la possibilità di respirarla. Il cronoprogramma dei lavori rispecchia la tempistica stabilita.

Per quanto riguarda l’area adiacente l’Edenlandia denominata ex-cinodromo, i lavori inizieranno il giorno dopo l’apertura del Parco. La zona di circa 16 mila mq., sarà un ampliamento del parco giochi. Al suo interno verranno allestiti, un palazzetto dedicato ad attività ludico sportive, 3 attrazioni, le montagne russe, un parco avventura, ed un’area ludica per i bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.