Doppia scossa di terremoto in Campania, lezioni sospese ad Agnano

Due scosse di terremoto, una nel cratere del Vesuvio una nella Solfatara, sono state registrate dall'Ingv: bassa magnitudo ma vicine alla superficie

terremoto

POZZUOLI/NAPOLI. Due scosse di terremoto sono state registrate questa mattina dall’Ingv, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

Terremoti Campania 28 settembre 2018

La prima si è verificata intorno alle 8 e 36, magnitudo 1.6, sul Veusvio, a 2,8 km di profondità, epicentro nel cratere del vulcano.

La seconda si è verificata alle 8 e 59, magnitudo 1.7, a 2.9 km di profondità, questa volta nell’area flegrea, con epicentro alla Solfatara di Pozzuoli.

Bassa magnitudo, non elevata profondità

Stando a quanto riferito da Meteoweb le scosse, a causa della loro vicinanza alla superficie, sono state avvertite dalla popolazione nonostante la bassa magnitudo.

Nella zona della Solfatara molti genitori sono andati a prendere i figli a scuola mentre ad Agnano, a Napoli, le lezioni sono state subito interrotte dopo il suono della campanella e gli studenti sono stati riaffidati ai genitori.

Anche in una scuola del centro storico di Pozzuoli si è registrata tensione tra i genitori che si sono recati a prelevare i figli.

In allerta squadre di polizia municipale per vigilare sulla sicurezza. In altre scuole dei quartieri flegrei le lezioni continuano regolarmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.