Donna muore dopo l’intervento nel Napoletano: “Avvelenata dai farmaci”

Assunta Di Maio, residente a Mariglianella,  si era sottoposta a una banale operazione di colecisti, l’asportazione dei calcoli dalla cistifellea

Ancora un sospetto caso di malasanità nella clinica Villa dei Fiori di Acerra. Una  donna di 71 anni è morta in circostanze ancora da chiarire. L’episodio incriminato risale a giovedì, quando la donna, Assunta Di Maio, residente a Mariglianella,  si era sottoposta a una banale operazione di colecisti, l’asportazione dei calcoli dalla cistifellea

Sarebbe stata “uccisa” da una intossicazione da farmaci

Secondo quanto affermato dai familiari, Assunta era autosufficiente e sarebbe stata “uccisa” da una intossicazione da farmaci, così come affermato anche dal medico curante della donna.

La vicenda ha avuto inizio il 24 settembre scorso, quando la donna è stata sottoposta all’operazione in anestesia totale. Quattro giorni dopo la donna è tornata a casa iniziando il vero e proprio calvario. In casa la donna si sente male e viene riportata al pronto soccorso della clinica. Assunta è stata poi spostata in tre reparti, fino alla rianimazione dove giovedì è spirata.

L’indagine

La procura di Nola ha aperto un’indagine e la salma della signora Di Maio è stata sequestrata: ieri è stata effettuata l’autopsia nell’obitorio giudiziario del policlinico di Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.