“Cuorebello e Miss P”, il romanzo di Antonella Ragosta

È uno dei tumori più diffusi nel mondo occidentale, in Italia si contano ben 35mila nuovi casi all’anno, in aumento anche in Campania. Eppure, di tumore alla prostata si parla poco e in modo confuso

NAPOLI. È uno dei tumori più diffusi nel mondo occidentale, in Italia si contano ben 35mila nuovi casi all’anno, in aumento anche in Campania. Eppure, di tumore alla prostata si parla poco e in modo confuso, nell’ombra della paura e dell’imbarazzo.

Cuorebello e Miss P, il romanzo

A rompere il tabù è una donna, Antonella Ragosta, con il romanzo “Cuorebello e Miss P” (GM Press), tratto da una storia vera, che l’autrice presenterà sabato 19 maggio alle 19 con uno speciale book party in stile newyorkese, sulla terrazza panoramica dello studio Gnosis Progetti (via Medina, 40 Napoli). Insieme ad Antonella Ragosta dialogano: Alessandro Giamattei, ginecologo e artista autore della copertina del libro; Valeria Jacobacci, giornalista e scrittrice, Oscar Nicolaus, psicologo. Modera il giornalista Ciro Cacciola. Musica con i dj set di Claudio Cerchietto e Willy dj.

Sinossi

“Cuorebello e Miss P” è la storia di un uomo, di una donna, di un corpo e più anime. È il racconto di una malattia vissuta, assistita, condivisa come un nemico da fermare, odiare e persino amare perché “la vita stessa, nelle difficoltà e incognite che ti impone, ti dice cosa fare”, riflette Ragosta. Spettatrice e al tempo stesso protagonista, la donna conduce un racconto in cui si intrecciano lo stile della medicina narrativa, del romanzo e del diario, tra realtà e visioni oniriche. Dalle prime analisi alla biopsia, dall’intervento alle successive terapie, Ragosta racconta i viaggi per la cura, quella cura che – come ha testimoniato Severino Cesari nel suo diario postumo – presuppone l’esercizio quotidiano dell’amore. Viaggi che diventano di conoscenza, di riconoscimento tra persone e di una nuova vita, diversa, con nuovi sapori, nuovi odori, un nuovo sentire.

Per restituire ai lettori e al pubblico della presentazione le percezioni sensoriali positive che Cuorebello e la sua Lei attraversano nel loro viaggio metaforico e in quello reale, il book party proporrà diversi momenti, dando forma concreta a dettagli contenuti nel romanzo. Una serata multisensoriale, ideata e organizzata da Antonella Ragosta come felice condivisione con i lettori, con il panorama a 360 gradi su Napoli e le tele dipinte da Giamattei; con il vino M’inebrio, frutto della amorevole cura di una antica vigna campana, con i sapori a cura di Galà eventi e la selezione musicale per la serata danzante. La serata è organizzata con il contributo di Catania Network.

Trama

Cuorebello e Miss P come ogni giorno si recano a lavoro, ma questa volta li aspetta una notizia che sconvolgerà le loro esistenze. Giunti in ospedale, dove Cuorebello lavora come medico, scoprono che lui ha un nodulo alla prostata. Da questo momento le loro vite cambiano radicalmente. Lei, l’amore di Cuorebello, racconta l’intera storia, dalla biopsia, all’intervento e poi alla radioterapia, scandagliando tutto il percorso con sentimento e realismo. Si sofferma a cercare le origini della malattia, scavando nel passato di Cuorebello e nei colori dei suoi quadri.

La narrazione si interrompe per dare voce viva a Cuorebello che racconta “I giorni della radio”, appunti del viaggio di sessanta giorni nel lazzaretto. Miss P e Lei si ritrovano ad essere quasi amiche in una visione tra l’onirico e la realtà. Lei qui svela la vera identità di Miss P e lo fa riconoscendone l’anima: Miss P é la signorina Prostata che compie il sacrificio per salvare Cuorebello.

Informazioni

Romanzo – Editore: GM press – 100 pp.- Euro: 12 – Uscita: maggio 2018 – Distribuzione: nazionale

Antonella Ragosta per anni si è occupata di progetti creativi di eventi. Cresciuta respirando i profumi dei dolci prodotti nell’azienda dei suoi, nel 2012 ha pubblicato su ilmiolibro.It “Come la crema in un bignè”, racconto autobiografico. Insegna materie letterarie e continua ad occuparsi di eventi, senza mai smettere di coltivare le sue innate passioni per la lettura e soprattutto per la scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *