Crollo viadotto a Genova, morti quattro ragazzi di Torre del Greco

Quattro ragazzi di Torre del Greco, ieri sera ufficialmente entrati nella lista dei dispersi, sono stati ritrovati dai vigili del fuoco tra le macerie

torre-del-greco

TORRE DEL GRECO. È stata una notte lunga, impietosa. Poi un’ alba sferzante, che ha consegnato quella notizia che nessuno dovrebbe mai avere.

Morti quattro ragazzi di Torre del Greco

Quattro ragazzi di Torre del Greco, ieri sera ufficialmente entrati nella lista dei dispersi, sono stati ritrovati dai vigili del fuoco fra le macerie del ponte Morandi di Genova. Matteo Bertonati, Giovanni Battiloro, Gerardo Esposito e Antonio Stanzione, poco più che ventenni, alle 11 di ieri erano al posto sbagliato nel momento sbagliato. Lo riporta il quotidiano Il Mattino.

Colpiti dalla malasorte mentre a bordo di una Golf attraversavano il viadotto crollato. Erano diretti a Nizza dal fratello di uno di loro. Poi sarebbero ripartiti per Barcellona dove li aspettava la fidanzata di uno del gruppo. L’allegro itinerario spezzato dall’appuntamento con la morte. Alle undici di ieri l’ultima telefonata ai familiari, tutti parenti fra loro: «Stiamo entrando a Genova».

Poi il silenzio. E l angoscia, l’attesa, l’allarme. Il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, i poliziotti del vicequestore Davide della Cioppa, l’unità operativa della protezione civile, hanno trascorso la notte in contatto con unità di crisi e prefettura di Genova.

Al fianco delle famiglie impietrite, il Comune sta adesso organizzando la triste partenza per il capoluogo ligure, dove trasporti e viabilità sono state messe a dura prova. Il viaggio più difficile in un Ferragosto bagnato da pioggia e lacrime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.