I consiglieri Fi si scagliano contro il Vomero Chocoland 2017

I consiglieri di Forza Italia Flores e Culiers contro il Vomero Chocoland: «Chiediamo di vietare l’organizzazione di tali tipi di manifestazioni al Vomero»

Vomero-chocoland

NAPOLI. Il Vomero Chocoland 2017 è appena iniziato ed è già polemica tra alcuni consiglieri di Forza Italia. L’evento, dedicato al cioccolato, copre alcune aree delle vie principali del quartiere Vomero, via Scarlatti e via Luca Giordano. Nonostante riesca ad attirare un discreto bacino di pubblico ormai da diversi anni, non mancano malcontento e proteste che questa volta sono partiti dai consiglieri municipali Francesco Flores e Antonio Culiers.

 

La protesta: «Questi eventi limitano la libertà di movimento ai residenti»

 

«Da quando sono stati chiusi alcuni tratti di strada in via Scarlatti e in via Luca Giordano, definiti “aree pedonalizzate” – esordiscono Flores e Culiers, consiglieri della V Municipalità di Napoli – pur non avendo realizzato alcuno stallo di parcheggio pubblico limitrofo, è sorta l’occasione, oltre che per autorizzare l’invasione di gazebo, anche per consentire tutta una serie di fiere e sagre di prodotti alimentari che nulla hanno a che fare con le caratteristiche del luogo».

«Tali iniziative – proseguono i consigliere Fi, – presentano alcuni aspetti negativi, tra i quali quello più importante, la limitazione ai residenti  della loro libertà di movimento».

L’invettiva contro il Vomero Chocoland 2017, e gli altri eventi simili che riguardano spesso il quartiere collinare di Napoli, si conclude quindi con una richiesta di «più controlli igienico sanitari e attività per garantire la pulizia dei tratti di strada interessati».

Infine, i due consiglieri chiedono «all’amministrazione comunale di Napoli di vietare in futuro l’organizzazione di tali tipi di manifestazioni al Vomero e, segnatamente, nei tratti di strada chiusi al traffico veicolare e destinati al transito pedonale di via Scarlatti e di via Luca Giordano».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.