San Domenico Maggiore, il concerto della Dimensione polifonica

Sospeso tra mito e storia, “M’ha punto Amore” è il concerto rinascimentale del Complesso Vocale e Strumentale Dimensione Polifonica

NAPOLI. Sospeso tra mito e storia, evocazione e suggestione, passato e presente. “M’ha punto Amore” è il concerto rinascimentale del Complesso Vocale e Strumentale Dimensione Polifonica, diretto da Biagio Terracciano, che il 23 giungo prossimo alle 17.30 avrà luogo nella location d’eccezione rappresentata dalla Sala del Capitolo, uno degli ambienti di maggior spicco tra quelli edificati nei lavori di ampliamento del Convento di San Domenico Maggiore.

Concerto a San Domenico Maggiore

L’evento è promosso e voluto dall’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e dall’associazione culturale Dimensione Polifonica in collaborazione con il Circolo Letterario Napoletano, nell’ottica di promuovere eventi culturali sul territorio che siano fonte di prestigio, inclusione e valorizzazione delle eccellenze del mondo artistico. L’Associazione Culturale Dimensione Polifonica è stata fondata dal Maestro Biagio Terracciano e da Ileana Parascandolo nel giugno 1988 e si propone da sempre la divulgazione della musica antica attraverso convegni, concerti, seminari, corsi di aggiornamento e rassegne. L’associazione si avvale del sostegno e della collaborazione istituzionale di Comune, Provincia, Regione, Conservatorio, Soprintendenza e della consulenza delle maggiori personalità nel settore.

Dimensione Polifonica si propone inoltre di avvicinare il pubblico alla cultura dei secoli scorsi attraverso l’attivazione di seminari sulla danza storica, sulla costruzione degli strumenti antichi attraverso un laboratorio di liuteria, sull’elaborazione di abiti d’epoca attraverso il riciclaggio di tessuti, sul rispetto dell’ambiente con un laboratorio di sartoria. Di grande rilievo l’impegno profuso nella trascrizione ed esecuzione di materiale musicale inedito con la collaborazione di validi musicologi tra cui Ralf Krause, e la ricostruzione di spettacoli d’epoca tramite lo studio di antichi manoscritti.

Lo spettacolo

Ciò che nasce dall’impegno collettivo sono spettacoli in cui domina l’interazione tra danza, recitazione, musica strumentale e vocale. Biagio Terracciano, Presidente dell’Associazione, ha fondato, nel 1984, l’omonimo Coro Polifonico che da allora istruisce e dirige. Nello spettacolo “M’ha punto Amore” si esibirà il Complesso Vocale Dimensione Polifonica, che, nato nel 1984, è specializzato nell’esecuzione della polifonia sacra e profana del repertorio rinascimentale e barocco. Rilevante è l’attività concertistica del complesso che ha partecipato alle maggiori manifestazioni nazionali ed internazionali, tra cui il Concorso Polifonico Internazionale “G. d’Arezzo”, la XXXIII Rassegna Internazionale di Cappelle Musicali di Loreto, la XVII Edizione degli Incontri Polifonici di Pescara e il II Torneo Internazionale di Musica di Roma.

Il complesso vocale ha eseguito, in anteprima mondiale, l’inedito di Leonardo Leo ”Dixit Dominus”. Non attività isolate, è necessario precisare, ma continua crescita che si concretizza attraverso la collaborazione con la Curia Arcivescovile di Napoli, l’Università “ Federico II” ed il Conservatorio S. Pietro a Majella.

Il Complesso Vocale Dimensione Polifonica è stato fondato da Biagio Terracciano che ne è il direttore stabile. Pianista, diplomato presso il Conservatorio di S. Pietro a Majella di Napoli da circa trent’anni ha intrapreso lo studio e la ricerca della musica antica specializzandosi nella prassi esecutiva della polifonia rinascimentale e barocca sia sacra che profana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.