Commercio, l’Istat: “In dieci anni chiusi oltre 100mila negozi”

Tra il 2006 e il 2016, "per le imprese commerciali che hanno meno di 10 addetti si stima un saldo demografico negativo di oltre 100mila unità"

NAPOLI. Tra il 2006 e il 2016, “per le imprese commerciali che hanno meno di 10 addetti si stima un saldo demografico negativo di oltre 100mila unità”.

Lo comunica l’Istat ricordando che, nel complesso del settore del commercio al dettaglio, le imprese con meno di 10 addetti rappresentano oltre il 90% in termini di numerosità, circa il 40% del fatturato e il 60% degli addetti.

Chiusi 100mila negozi tra il 2006 e il 2016

Il periodo in oggetto – spiega Istat – è stato attraversato da diverse fasi cicliche, con due recessioni e tre periodi di crescita. Nel settore del commercio fisso e al dettaglio, sempre fra il 2006 e il 2016, “seppure in un quadro caratterizzato da una significativa variabilità tra i comparti e nell’evoluzione temporale, tutte le tipologie di esercizi registrano, in tutti gli anni considerati, tassi di mortalità superiori ai rispettivi tassi di natalità, con pochissime eccezioni”, continua l’Istat. Di conseguenza, per il complesso delle microimprese di questo settore “il tasso annuo netto di turnover è stato sempre negativo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.