Colonnine truccate: il blitz dei finanzieri

Colonnine truccate tra Napooli ed Ercolano. La guardia di finanza confisca cinque tonnellate di prodotti petrolifici. Denunciato il responsabile

colonnine truccate

Colonnine truccate: doppio sequestro di impianti di rifornimento tra Napoli ed ErcolanoLa guardia di finanza ha infatti confiscato circa cinque tonnellate di prodotti petroliferi e denunciato il responsabile all’autorità giudiziaria.

I militari del I gruppo di Napoli e della compagnia di Portici hanno dato il via ad un’operazione prima nella zona Ospedaliera, poi nella cittadina vesuviana.


colonnine truccate


Colonnine truccate: la frode

Nella zona ospedaliera, è stata scoperta una frode organizzata  riguardante la modifica della serie numerica riportata sul “totalizzatore” delle colonnine, che riporta il numero dei litri erogati e quindi su esse vengono calcolate le imposte dovute al Fisco.

Le Fiamme Gialle hanno constatato che il titolare del distributore modificava manualmente la serie, dato grazie al quale vengono calcolate le imposte dovute all’erario.

Colonnine truccate: gli illeciti

Nel secondo caso ad Ercolano, i finanzieri della compagnia di Portici hanno sequestrato un intero distributore di carburanti provvisto di tre cisterne interrate, contenenti complessivamente oltre 5mila litri di prodotto petrolifero e di tre colonne a singola erogazione.

Il titolare del distributore deteneva in maniera non adeguata 250 chili di olii esausti e quindi è stato denunciato per violazione al testo unico ambientale. Nella stessa stazione di servizio è  risultato l’impiego di manodopera in nero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.