Chiaia, tassista abusivo “tradito” dai social

Per farsi pubblicità aveva inserito un annuncio sui social network e lo aveva affisso in una tabaccheria in corso Secondigliano

taxi

NAPOLI. Il Nucleo Polizia Turistica di Chiaia della Polizia Municipale ha intercettato un tassista abusivo tradito dall’annuncio affisso in una tabaccheria sul Corso Secondigliano e divulgato sui social. Gli agenti dopo aver contattato il soggetto che si proponeva per servizi di trasporto persone e verificato l’effettiva disponibilità per un accompagnamento agli scavi di Pompei con partenza dal Museo Archeologico lo hanno fermato appena aveva fatto salire a bordo le due turiste in partenza per gli scavi archeologici.

L’abusivo è stato verbalizzato ai sensi dell’art. 85 CdS per aver adibito a noleggio con conducente il proprio veicolo senza la prescritta autorizzazione e annotazione sulla carta di circolazione, con conseguente fermo amministrativo del veicolo.

Nel corso dei successivi interventi, presso la Stazione Centrale di Piazza Garibaldi, sono stati controllati n. 18 veicoli adibiti a trasporto pubblico non di linea verbalizzando 5 tassisti, per comportamento irregolare durante lo svolgimento del servizio, con relativa segnalazione al Corso Pubblico. Inoltre all’interno del Porto è stato verbalizzato un NCC (veicolo a noleggio con conducente) perché svolgeva abusivamente l’attività di taxi al Molo Beverello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.