Castellammare terrorizzata dallo “knockout game”: 3 persone colpite alla testa finiscono in ospedale

«Mi scusi, che ore sono?». L’anziano china il capo per guardare l’orologio e si becca un colpo alla testa con un tubo di ferro. Questa è l’ultima triste moda che imperversa a Castellammare di Stabia, un folle gioco chiamato “knockout game”. Ben tre casi sono stati registrati a Castellammare di Stabia Si susseguono i casi […]

«Mi scusi, che ore sono?». L’anziano china il capo per guardare l’orologio e si becca un colpo alla testa con un tubo di ferro. Questa è l’ultima triste moda che imperversa a Castellammare di Stabia, un folle gioco chiamato “knockout game”.

Ben tre casi sono stati registrati a Castellammare di Stabia

Si susseguono i casi di persone anziane costrette a rivolgersi alle cure del pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo per curare le ferite riportate alla testa, dopo essere stati colpiti alla sprovvista dai nuovi teppisti, perlopiù minorenni, che scappano via dopo aver consumato il misfatto. Nella sola giornata di ieri, ben tre casi sono stati registrati a Castellammare di Stabia. Il primo è avvenuto nella tarda mattinata in via Marconi, mentre il secondo si è verificato intorno alle 19.30 in via Amato e l’ultimo episodio ha avuto luogo nei pressi di via Denza. In tutti e tre i casi, un unico filo conduttore.

Ricoverati in ospedale per trauma cranico

L’aggressore ha chiesto l’ora esatta all’anziano di turno che inconsapevole di quel che gli sarebbe accaduto di lì a poco, ha abbassato lo sguardo verso l’orologio ed è stato colpito alla testa. Due tra le vittime sono state ricoverate in ospedale per trauma cranico, mentre la terza è tornata a casa con due punti di sutura alla testa. Sulla vicenda, intanto, indagano le forze dell’ordine, che confidano di individuare l’identità degli aggressori attraverso la visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza e assicurare i colpevoli alla giustizia. Ma restano tutte da comprendere le ragioni di un passatempo diventato  per alcuni un macabro divertimento.


Fonte Repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.